Il melone è una pianta annua della famiglia delle cucurbitacee, la stessa di cocomeri e cetrioli, che produce frutti tondeggianti dalla buccia e colorazione variabile.

La sua origine risale all’Asia meridionale, da lì si diffuse in Cina, India e arrivò anche nel nostro paese.

Grazie all’alto contenuto di acqua e fibre il melone è un alleato della salute e della linea, è difatti diuretico, leggermente lassativo e saziante. Inoltre, contiene grandi quantità di vitamine dei gruppi A, C, B3 e sali minerali quali potassio, calcio, ferro e fosforo, essenziali per ossa, pelle e sistema nervoso.

Infine, contengono buoni valori di niacina, un antiossidante naturale!

In Italia si raccoglie tra giugno e luglio nelle sue varietà lisce o retate, il suo gusto dolce e succoso è inconfondibile! 

A tavola si consuma in semplicità, tagliato a fette, oppure in macedonie di frutta, insalatone, ma anche con la pasta o in spiedini creativi.

Oggi Carlotta ce lo prepara in una versione insolita ma super rinfrescante: il gazpacho di melone è una ricetta che adorerete in questa calda estate alle porte!

 

 

ingredientiqnt.
Melone1
Olio EVOq.b.
Sale e pepeq.b.
Isoppo, menta, basilico o altre erbette a piacereq.b.
Rucola1 mazetto
procedimento
1.

Tagliamo a metà il melone e lo svuotiamo dai semi.

2.

Dividiamo ciascuna metà in fette e priviamole della buccia; tagliamo le fette a pezzetti grossolani e li mettiamo nel frullatore.

3.

Uniamo un pizzico di sale, una macinata di pepe, erbette a piacere e un giro abbondante d’olio.

4.

Frulliamo per qualche minuto per rendere omogeneo e cremoso.

5.

Nel frattempo prepariamo una veloce emulsione alla rucola: tagliuzziamo la rucola finemente, aggiungiamo un pizzico di sale e olio extravergine d’oliva. Una mescolata veloce ed è pronta.

6.

Versiamo il gazpacho di melone in un piatto o, se volete replicare la nostra versione, in un vasetto di vetro.

7.

Completiamo con l’emulsione alla rucola, erbette e siamo pronti per portare in tavola.

Il gazpacho di melone è ideale come antipasto o per un aperitivo rinfrescante, ottimo abbinato ai crostacei cotti o crudi e a formaggi come bufala, feta e via così. 

Per una versione più saporita potete aggiungere aglio, cetriolo o altri ingredienti a piacere.

Se provate una delle due versioni ricordate di taggarci (@agricolafloema.it @car.lolli) così potremo vedere il risultato.

Buon appetito!