Ricetta a cura di: Francesco Lombardi – Dottore Dietista

Sana alimentazione vuol dire anche verdura di stagione e l’arrivo dell’inverno riempie il nostro orto di Crucifere (o Brassicaceae) ovvero quella famiglia in cui spiccano tutte le varietà di cavolo come appunto il Cavolo Nero. Gli effetti benefici sulla nostra salute che il Cavolo Nero (così come le altre Crucifere) può apportare sono da ricondurre a sostanze chiamate composti sulfurei che agiscono a ridurre l’infiammazione e risultano protettivi verso alcuni tipi di tumore. Il Cavolo Nero inoltre contiene importanti quantità di Calcio, importante per le nostre ossa (soprattutto nelle donne), e di vitamina C, uno dei più potenti antiossidanti.

La cottura del Cavolo Nero è fondamentale per mantenere le sue proprietà nutrizionali: cotture prolungate abbattono il contenuto di vitamina C (molto sensibile al calore) e di Sali minerali che vengono dispersi nell’acqua di cottura; al contrario con una cottura in poca acqua per un massimo di 7-8 minuti riusciamo a conservare le proprietà benefiche.

Il Risotto al Cavolo Nero è un esempio di come si possano sfruttare tutte le qualità nutrizionali delle Crucifere senza rinunciare al gusto. La ricetta è molto semplice (occorrerà essere dotati di un frullatore ad immersione) e otterrete un primo piatto invernale che può essere reso ancora più sfizioso dall’aggiunta di un cucchiaio di burrata prima di essere servito. Rimarrete piacevolmente sorpresi dal bellissimo colore verde che il cavolo nero donerà al vostro risotto.

ingredientiqnt.
Riso Carnaroli (preferibilmente integrale o semi-integrale)160g
Cavolo Nero250g
Brodo vegetale (cipolla, sedano, carota)400ml
Cipolla Bionda1
Burro20g
Olio, Sale, Pepeq.b.
procedimento
1.

Fate soffriggere mezza cipolla con due cucchiai di olio e bagnatela con un mestolo di brodo vegetale precedentemente preparato. Aggiungete il riso, fatelo tostare 1-2 minuti e iniziate la cottura con il brodo vegetale.

2.

Nel frattempo, in una pentola fate bollire per 7-8 minuti il cavolo nero precedentemente pulito con acqua sufficiente a coprire le foglie. Successivamente scolatelo e con un frullatore ad immersione formate une purea aggiungendo solamente un cucchiaio d’olio ed un pizzico di sale.

3.

Durante la cottura del riso aggiungete un’abbondante macinata di pepe nero; a cottura ultimata (mi raccomando al dente!) spegnete il fuoco e mantecate con burro, parmigiano e la purea di cavolo nero.

4.

Il riso si colorerà di un verde intenso! A questo punto potete impiattare: il consiglio è di aggiungere un cucchiaio di burrata per decorare e rendere il piatto ancora più gustoso.